Che tipologia di top vorresti nella tua cucina?

Lo sapevi che ci sono diverse tipologie di Top ognuna con delle caratteristiche specifiche?

Solitamente il top è l’elemento che influisce molto sull’usabilità della tua cucina. E’ un componente fondamentale della cucina per poterla utilizzare al meglio. Sul top solitamente si appoggiano elettrodomestici, portacoltelli, barattoli, ma non solo. Spesso utilizziamo il top per impastare, per tagliare la verdura, appoggiare pentole appena tolte dal fuoco… teglie.

Per questo motivo i top devono possedere caratteristiche particolari e devono a loro volta essere resistenti.

Per non parlare dell’aspetto, il quale cambia completamente il design della tua cucina a seconda del materiale e finitura scelti.

Esistono top dalla colorazione uniforme e monocolore. Top monocolore ma con una lavorazione effetto pietra. Spesso si utilizzano i venati effetto marmo ma ritroviamo anche quelli in acciaio inox. Piani di lavoro lucidi e opachi, vellutati e ruvidi.

Insomma, i top possono essere di tutte le tipologie desiderate.

I piani di lavoro più utilizzati in commercio sono:

  • Gres
  • Quarzi
  • HPL
  • Laminati

I gres porcellanati

 

I gres porcellanati

I gres porcellanati

Le ceramiche o meglio i gres porcellanati sono gli stessi materiali che solitamente si mettono a terra nel pavimento. Il gres non patisce né l’umidità né l’acqua e neanche il calore, non cambia colore nel tempo nemmeno scegliendo il bianco puro, è molto robusto ed è un materiale ecologico, quindi riciclabile.

A livello tecnico la lastra in gres non riceve alcun nano-trattamento, non viene cioè riempita di resina per resistere ai graffi e non contiene solventi acidi, cosa che invece troviamo in altri materiali. In questo caso il gres mantiene le sue proprietà naturali senza essere trattato durante la produzione.

A differenza dei piani realizzati con piastrelle di grandi dimensioni, le lastre del top cucina in grès porcellanatonon presentano fughe e di conseguenza punti in cui si possa annidare lo sporco.

Sono quindi di facile pulizia e non richiedono manutenzione. Possiamo perciò dare sfogo alla nostra creatività in cucina senza preoccuparci dei possibili fallimenti che saranno facilmente rimovibili. Questo piano cucina è igienico, sicuro e non rilascia elementi chimici negli alimenti.

I quarzi

Il quarzo

Il piano di lavoro in quarzo.

 

I quarzi sono solitamente composti, per una grande percentuale, di quarzo un materiale naturale di origine magmatica e di una piccola percentuale di resine, coloranti, cristalli e conchiglie.

Questi materiali, una volta uniti e portati ad alte temperature creano il top in quarzo. Un materiale comunque resistente e facile da pulire. Questo materiale non viene macchiato da alimenti o bevande. La finitura lucida del quarzo rimane più resistente e igienica della finitura opaca.

Per la sua pulizia si sconsiglia l’uso di prodotti come ammoniaca, soda caustica, detergenti per forno, acetone, alcool, spugne abrasive, prodotti contenenti candeggina.

 

 

 

 

Gli HPL

Gli HPL o compact top sono degli ottimi prodotti in comparazione al loro costo.

Gli HPL

I piani di lavoro in HPL

Con i compact top possiamo avere diverse finiture, dall’effetto monocolore all’effetto pietra, dalla finitura marmorea a quella metallica.

Questo prodotto non è altro che un laminato decorativo pressato ad alta pressione. Sono formati da diversi strati di pannelli di fibra cellulosica e resina melaminica, il primo di questi pannelli è quello stampato ad alta risoluzione che genera la texture.

E’ un prodotto che non viene danneggiato da acqua, vapore acqueo, calore, umidità, prodotti chimici e domestici.

 

 

composizione TOP HPL

Composizione del piano HPL

 

 

 

 

 

 

 

Piano in Laminato

Piano di lavoro in laminato by Snaidero

I laminati

I laminati sono i piani di lavoro più convenienti. Questi sono generalmente resistenti alla scalfittura ma più fragili per i ristagni d’acqua e le alte temperature.

Solitamente vengono realizzati direttamente dalle aziende di produzione dei mobili della tua cucina e vengono abbinati al colore e alle finiture delle ante.

 

 

Per concludere è quindi importante scegliere il materiale de top, sia per una questione di costi sia per la sua usabilità e durevolezza nel tempo ma facendo bene attenzione alla finitura e al colore scelto il quale contribuirà in buona parte all’aspetto estetico della tua cucina.